Italiano English

Val Trebbia


La Val Trebbia è la valle che piace per le sue montagne e per le impervie gole formate dal fiume che la percorre, meta privilegiata di turisti amanti di una natura incontaminata. Perla della valle è Bobbio importante centro medioevale costruito attorno ad un monastero risalente al VII secolo. Passeggiando per i suggestivi vicoli lastricati in sasso si è rapiti dai profumi dei funghi e di tutte le prelibatezze che la montagna offre.
Ecco una breve rassegna di alcuni prodotti che hanno ricevuto la Denominazione Comunale d’Origine, un percorso di sviluppo integrato e di marketing territoriale, che ogni Comune può intraprendere per valorizzare quei prodotti, agroalimentari o artigianali, locali e caratteristici realizzati all’interno dei confini comunali.

 

 

MACCHERONI ALLA BOBBIESE (macaron cun l’agùcia) De.Co di Bobbio
Pasta forata con un ferro da calza che ricorda un antico piatto del Medioevo, tradizionalmente condita con sugo di stracotto.

 

PINOLI (pìn), De.Co  di Bobbio
Panetti risultati dall’amalgama di farina, patate, ricotta, erbette o biete, uova, formaggio Grana o parmigiano o formaggio di pecora; conditi con sugo di carne o nella variante moderna con sugo di funghi o di salsa, è una ricetta tipica dell’Alta Val Trebbia.

CIAMBELLINE (Buslanein) De.co  di San Nicolò Val Trebbia

I “busslanein” (ciambelline dalla ricetta tradizionale) ancora oggi vengono venduti nelle versioni con e senza zucchero, duri e friabili, infilati in tipiche collanine. Noti fin dal 1300, i monaci di San Savino ne facevano omaggio ai canonici della Cattedrale.

 

Top